FAQ

Se vai di fretta e non hai tempo di leggere le domande frequenti o non trovi risposta ai tuoi quesiti, mi raccomando, non esitare a contattarmi.

 

Posso avere un listino prezzi o un preventivo?

Certo, clicca qui per contattarmi.

 

Quanto dura una sessione fotografica?

Dipende dalle esigenze del cliente e dai risultati che si vogliono ottenere. Normalmente da un minimo di un'ora a un massimo di 3 ore. Durante la sessione si effettuano delle pause.

 

Quando avviene la scelta delle fotografie?

Al termine della sessione controlleremo insieme, a monitor, le immagini e selezioneremo le preferite. Se non fosse possibile per ragioni di tempo, posso inviare al cliente un file pdf con i provini di queste immagini solo ad uso selezione.

 

Voglio farmi fare un ritratto, a quali costi vado incontro?

Il costo complessivo è composto dal costo fisso della sessione fotografica + il costo fisso per lo sviluppo e postproduzione di ciascuna immagine e fornitura di un file uso web + (opzionale) il costo per avere i file ad alta risoluzione + (opzionale) il costo per la stampa delle singole immagini. Offro dei pacchetti comprensivi di servizio fotografico, post-produzione, file uso web e stampe a partire da Euro 225,00. Richiedi un preventivo.

 

Posso avere immagini senza postproduzione?

No, non fornisco immagini non postprodotte.

 

Che differenza c'è tra un file uso web e un file ad alta risoluzione?

Quando indico "file uso web" intendo un file digitale con una risoluzione ridotta, ottimizzato all'utilizzo nel mondo digitale: internet, monitor, TV, smartphone, tablet. Il file ad alta risoluzione non è altro che il file digitale alla massima risoluzione possibile e ottimizzato per la stampa (di piccolo, medio e grande formato). Con l'acquisto del file ad alta risoluzione viene, naturalmente, fornita anche la versione ottimizzata per l'uso web.

 

Il servizio fotografico può essere realizzato in esterna o in altra sede?

Sì, certamente! Il prezzo viene fornito a preventivo.

 

Quante fotografie si ottengono in una sessione? Perché dura così tanto?

È difficile quantificare esattamente: in una sessione si fanno molti scatti ma lo scopo principale non è fotografare a raffica bensì ottenere l'immagine o le immagini convincenti, che sorprendano. È necessario, inoltre, un po' di tempo affinché il cliente si abitui alla presenza della macchina fotografica e del fotografo.

 

Quante persone sono presenti durante la sessione?

In studio, durante le sessioni, è molto importante, per la buona riuscita del ritratto fotografico, che ci siano solo il soggetto e il fotografo.

 

Chi stampa le fotografie?

Mi affido a un laboratorio specializzato nelle stampe fine-art. Curo la fase di preparazione in modo maniacale.

 

Cosa sono le stampe fine-art?

Fine-art significa belle arti. In questo contesto il termine si riferisce all'utilizzo di meticolose procedure di stampa e di supporti cartacei pregiati, con l'obiettivo di produrre stampe di alta qualità sia per resa del colore che per durata nel tempo.

 

Sono possibili anche altri tipi di stampa?

Sì, è possibile stampare anche con i classici procedimenti chimici o su supporti in PVC, alluminio, tela, ecc. Prezzo a preventivo.


Chiarimenti sul diritto d’autore nei ritratti.

Nel caso del ritratto, cioè quando il committente coincide con il soggetto fotografato, egli può liberamente utilizzare le immagini che lo ritraggono. Nel caso voglia utilizzare commercialmente queste fotografie dovrà concordarne modalità e termini con il fotografo che rimane titolare del diritto sullo sfruttamento commerciale delle immagini. Cito, per completezza, la sentenza della suprema Corte di Cassazione civile, sez. I, 28/06/1980 n. 4094: «nell'ipotesi di ritratto fotografico eseguito su commissione, regolata dall'art. 98, I. 22 aprile 1941 n. 633 sul diritto d'autore, il committente, diversamente da quanto stabilito dall'art. 88 comma 3 di detta legge per le fotografie di cose in suo possesso, non acquista il diritto esclusivo di utilizzazione della fotografia, il quale rimane al fotografo, pur concorrendo con quello della persona fotografata o dei suoi aventi causa di pubblicare e riprodurre liberamente la fotografia medesima, salvo il pagamento al fotografo di un equo corrispettivo nel caso che la utilizzino commercialmente. Nell'ipotesi indicata, pertanto, ove manchi un diverso patto, deve ritenersi che il fotografo conserva la proprietà del negativo e non è tenuto a consegnarlo al committente».